Come ho iniziato ad indossare il niqab

Share

niqab1 copiaHo incominciato ad indossare il niqab sei anni fa, all’età di quattordici anni, non perché lo volessi ma perché mi fu imposto. Tutto ebbe inizio nel marzo 2003 quando stavo frequentando l’Islamiyya in Kaduna. Il nostro professore lasció la nostra scuola e un nuovo docente lo sostituì.
Il nuovo docente ordinó alle ragazze di indossare il niqab durante le sue lezioni, in caso contrario avrebbero dovuto restare a casa. Ero sconcertata. Ero decisamente infastitida non volendo indossare il niqab. Continuavo a chiedermi come potesse farlo. L’hijab non era abbastanza? Inoltre il niqab non è obbligatorio. Beh non avevo scelta se non volevo perdere le mie lezioni. Ci diede una settimana di tempo.

É cosi’ che ho incominciato ad indossare il niqab, ma solo all’Islamiyya.

Con il mio niqab incominciai a sentimi bene, nessuno sconforto, anche se non lo indossavo in altri luoghi. Notavavo che quando indossavo il Niqab mi attenevo di più ai comportamenti islamici. Ero più educata, gentile e via dicendo. Incominciai a desiderare di indossarlo più spesso. Così incomincia a fare ricerche, perché nell’Islam non si è autorizzati a fare nulla fino a che non si sa’ che è lecito.

Nella mia ricerca trovai diversi hadith in Sahih Bukari, Muslim e Tirmidhi che indicavano che le mogli del Messaggero e quelle dei compagni, si coprivano il volto.

Ricercai anche verdetti giuridici per capire se fosse obbligatorio o raccomandato.
Dopo la mia ricerca incomincia ad indossare il niqab full-time poiché noi serviamo Allah attraverso la sua obbedienza e possiamo fare qualcosa extra rispetto a ciò che è obbligatorio, solo per amore Suo. Ovviamente deve essere in linea con la Sunna.

Dal momento in cui incominciai ad indossare il niqab full-time, incominciarono critiche da ogni angolo: famiglia, amici, lezioni e via dicendo. Avvertivo che nessuno mi sosteneva nella mia decisione. Ricordo un giorno mia sorella mi chiese: “Umma mi accompagni al matrimonio di miei amici?” “Certo” le risposi. E continuó ” se hai intenzione di metterti quella cosa sulla faccia non disturbarti”.
A scuola fui soggetta a diverse critiche. “Non sognare nemmeno di attendere ad una mia lezione con quello” o ” Non penso che questo posto sia per te” o ” Tu ragazza con la maschera non ti è permesso l’esame scritto poiché non ti posso identificare” e via dicendo.
Alcune persone mi fermavano per strada chiedendomi se riuscissi a respirare, se fossi sposata.

Qualcuno soteneva che il niqab fosse obbligatorio solo per le bellezze estreme. Quando indossi il niqab la gente ti guarda come un soggetto incivile e primitivo, sono sorpresi quando mi sentono parlare inglese. Alhamdulillah io continuo ad indossarlo.
Credo che tutto abbia un destino e non sarà certo il niqab ad impedirmi di sposarmi, se è ciò che Allah vuole. Per coloro che dicono che il niqab è solo per le persone estremamente belle, la Bellezza è negli occhi dell’osservatore. Si puó ritenere che una ragazza sia brutta, mentre qualcuno fa le capovolte per farsi piacere [da lei]. Sicuramente ciò che è un alimento per qualcuno può essere un veleno per qualcun altro.
Poiché il viso è un elemento di bellezza e attrazione, nella maggioranza dei casi, è meglio per la donna coprirlo, in modo da non tentare quegli uomini che sono deboli difronte a tali tentazioni.
Inoltre quando si mantiene qualcosa nascosta ha più fascino, anche per gli occhi dello stesso sesso.

Con il mio niqab mi sento come un principessa che dice “Non puoi vedermi perché non ne hai il diritto”.

Il Niqab ti aiuta ad avere taqwa, attraverso l’adattamento a quei comportamenti standard che un musulmano dovrebbe avere.
Non si prova disagio quando si passa tra un gruppo di uomini. Ti trattano con cortesia e rispetto.

E per tutte quelle eccentriche che sono lì fuori, mi sono sposata, mi sono sposata nonostante il mio niqab e conosco tante che, nonostante non indossino il niqab, sono singles.
Per cui dovrete trovare un’altra scusa.

Umm Khultum Idriss

Fonte: Daily Hijabi Magazine
Traduzione: Umm Ismail